Erogazione Liberale per Gianpiero SAGLIMBENE

Alla ricerca di 600mila euro per provare a guarire da una grave malattia. E’ la speranza di Gianpiero Saglimbene, militare 37enne di stanza a Codroipo nei “Lancieri di Novara”, originario di San Severo (Foggia) e dei suoi familiari, la moglie Barbara e i due figli di sei e sette anni. Per cercare di raccogliere la cifra è stata lanciata una petizione su Facebookcon un accorato appello che vi proponiamo:

Stato della raccolta: CONCLUSA
Causale per la donazione: S.E. 2019 002 – Emilio SAGLIMBENE
Data avvio raccolta: 01/06/2019
Data conclusione raccolta fondi: 08/06/2019
Importo raccolto: € 130,00

Ciao a tutti,
Vi scrivo per chiedervi un aiuto,
poiché poche persone conoscono le condizioni di salute di mio marito Gianpiero.
Gianpiero, 37 anni, è un sergente maggiore dell’Esercito in servizio presso i “Lancieri di Novara” (5°) di stanza a Codroipo, con la sua famiglia (la moglie e i figli di 6 e 7 anni) che l’ha seguito per stare con lui.
Gli è stato diagnosticato un sarcoma molto raro e aggressivo, chiamato “SARCOMA DESMOPLASTICO A PICCOLE CELLULE ROTONDE” ed è stato dichiarato in stato terminale. 

Facendo alcune ricerche abbiamo scoperto che un altro giovane guerriero coetaneo, Orlando FRATTO (36 anni) avente un sarcoma simile, è stato operato e salvato in America nell’ospedale “Columbia University Medical Center” dal dottor Kato Tomoaki con una procedura da lui inventata e chiamata “Whipple” ed è proprio lui il primo dottore al mondo e l’unico in grado di eseguire questa delicatissima operazione.

Noi siamo in contatto con il dottor “KATO” il quale sta esaminando il quadro clinico di Gianpiero.
Questo male gli fu diagnosticato nel 2014 e inizió così il calvario di chemioterapie, corse in ospedale, varie operazioni e trasfusioni, in pratica tutto ciò che occorre fare quando questo maledetto male ti colpisce.
Gianpiero è un guerriero che nonostante tutto non ha mai smesso un’attimo di combattere, soprattutto per i suoi meravigliosi figli di 6 e 7 anni, che hanno ancora tantissimo da imparare da lui e soprattutto che hanno tanto bisogno di lui come ogni bambino ha bisogno dei propri genitori, per la sua amatissima e giovane moglie e per la sua famiglia. 

Siamo qui a scrivere oggi per chiedervi un’ aiuto, condivisione e sostegno per l’operazione, ogni piccolo gesto in questo momento può essere fondamentale per la vita di un’intera famiglia e non di una sola persona… affinché il vostro sostegno e contributo possa salvare il nostro amatissimo Gianpiero e far si che anche lui possa avere questa possibilità, perché tutte le persone che hanno bisogno dovrebbero avere almeno una possibilità nella VITA.

Crediamo in voi, speriamo affinché questo nostro urlo di aiuto possa arrivare dritto nel cuore di tutti, e che questa possibilità possa essere data anche a Gianpiero.
Potete contattarmi via email all’indirizzo: 
barbaraegiampy@libero.it

Vi alleghiamo qui il link con la descrizione del sarcoma desmoplastico a piccole cellule rotonde
https://www.mbamutua.org/lavoce/tumore-desmoplastico-a-piccole-cellule-rotondeuna-forma-tumorale-ancora-sconosciuta/

La donazione*, da effettuarsi sul conto dell’associazione “Verso Fondo PRE.SI.DI – APS”: IT32T0200810700000105223608 dovrà contenere la seguente causale: S.E. 2019 002 – Gianpiero SAGLIMBENE

[products limit=”1″ columns=”3″ orderby=”date” order=”DESC” ids=”1240″]

*Una ragione in più per donare attraverso l’Associazione Verso Fondo PRE.SI.DI. – APS:
Le persone fisiche possono detrarre dall’imposta lorda il 35% dell’importo donato fino ad un massimo di 30.000 euro per ciascun periodo d’imposta.
Le persone fisiche (in alternativa alla detrazione), enti e società possono dedurre le rogazioni liberali nel limite del 10% del reddito complessivo. L’eccedenza può essere dedotta nei 4 esercizi successivi (rif. Art 83 D.lgs.3 luglio 2017 n. 117)
L’Associazione attesta di possedere tutti i requisiti soggettivi e oggettivi richiesti dalle normative citate.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti